La Basilicata che ci piace

Solo l'eccellenza

I Prodotti della Basilicata

Vi proponiamo la classificazione delle produzioni enogastronomiche della nostra regione, la Basilicata: si tratta di una selezione straordinaria di vini e alimenti la cui storia proviene dalla migliore tradizione del nostro territorio. Sentiamo molto l'appartenenza alla nostra regione, e per questo motivo abbiamo deciso di diventare paladini e rappresentanti della nostra pregiata produzione, proponendola - laddove possibile - all'interno delle nostre lavorazioni.

ALIMENTI

NOME PRODOTTO Pane di Matera
SIGLA IGP
DESCRIZIONE Emblema d’eccellenza della Città dei Sassi, il pane di Matera IGP ha un sapore e un odore estremamente caratteristici. Ha una tipica forma a cornetto, una crosta croccante, mollica di colore giallo e una porosità molto particolare. È ottenuto seguendo un antico processo di produzione con l’utilizzo di ingredienti naturali, quali semola di grano duro (20% derivante da ecotipi locali e vecchie varietà), lievito madre, sale e acqua.
TERRITORIO Matera e tutta la sua provincia, in particolare i comuni di Montescaglioso, Irsina, Tricarico, Grassano e Grottole.

 

NOME PRODOTTO Peperone Crusco
SIGLA IGP dal 1996
DESCRIZIONE Protagonista indiscusso di molti piatti tipici lucani, è il peperone crusco. Esso viene realizzato tramite l’essicazione del peperone di Senise, e viene chiamato lo “zafferano” della Basilicata per indicarne il tipico uso culinario in polvere. È caratterizzato da un colore rosso porpora, da una forma conica e da dimensioni contenute, richiama alla mente un peperoncino ma ha un sapore dolce. Vanta anche proprietà nutritive, essendo ricco di vitamine. Come da tradizione, per la realizzazione, tale prodotto viene appeso in lunghe serte (collane fatte a mano con lo spago) che vengono lasciate all’esposizione indiretta dei raggi solari in spazi aerati e successivamente messi in forno per completare il processo di disidratazione. Una delle modalità più diffuse di preparazione ne prevede la frittura in tempi rapidissimi, che lo trasforma in un alimento croccante e molto saporito, da gustare con il pane, i formaggi, e come condimento in generale.
TERRITORIO L’area comprende i comuni tra le province di Potenza e Matera, alcuni sul fiume Sinni (Senise, Francavilla in Sinni, Chiaromonte, Valsinni, Colobraro, Tursi, Noepoli, San Giorgio Lucano) e altri sul fiume Agri (Sant’Arcangelo, Roccanova, Montalbano Jonico e Craco).

 

NOME PRODOTTO Pecorino di Filiano
SIGLA DOP
Ha ottenuto il riconoscimento comunitario nel 2007
DESCRIZIONE Questo prodotto è un prelibato formaggio da tavola, che ha un naturale connubio con molti piatti tipici della cucina lucana, e che viene spesso accostato ai vini locali, come ad esempio l’Aglianico del Vulture DOC.
È spesso grattugiato sui primi a base di carne e sulla pasta fatta in casa, oltre ad essere proposto in abbinamento con frutta e confetture.
Si tratta di un formaggio a pasta dura e semicotta realizzato con latte di pecora intero e crudo. La stagionatura minima prevista è di 180 giorni; la sua durata determina il colore della crosta, che varia dal giallo dorato al bruno scuro, mentre la pasta, granulosa e friabile, è di colore variabile dal bianco al paglierino. Il sapore è leggermente piccante, e tale caratteristica tende ad accentuarsi con l’avanzare della stagionatura.
TERRITORIO Filiano + 30 comuni nella provincia di Potenza – dal Monte Vulture al Monte Li Foy e alla Montagna Grande di Muro Lucano (Atella, Avigliano, Balvano, Baragiano, Barile, Bella, Cancellara, Castelgrande, Forenza, Ginestra, Maschito, Melfi, Muro L., Pescopagano, Picerno, Pietragalla, Pignola, Potenza, Rapolla, Rapone, Rionero in V., Ripacandida, Ruoti, Ruvo del M., S.Fele, Savoia di L., Tito, Vaglio di B., Vietri di P.)

 

NOME PRODOTTO Fagioli bianchi di Rotonda
SIGLA DOP
DESCRIZIONE I fagioli bianchi di Rotonda si caratterizzano per il colore bianco tendente al giallo, senza striature. Rappresentano un’essenziale espressione della gastronomia tipica del territorio del Pollino e sono protagonisti di molti piatti tipici lucani. Questo prodotto si distingue per l’alto contenuto proteico e per il tegumento sottile. Inoltre, vengono mantenute le tradizionali tecniche di coltivazione, tramandate negli anni, con una serie di operazioni colturali compiute interamente a mano.
TERRITORIO Area del parco Nazionale del Pollino e include i comuni di Rotonda, Viggianello, Castelluccio Superiore e Castelluccio Inferiore.

 

NOME PRODOTTO Fagioli di Sarconi
SIGLA IGP nel 1996
DESCRIZIONE Si tratta di un prodotto che si distingue per il tipico sapore dolce, ottenuto grazie alle particolari condizioni ambientali del territorio e per la polpa tenera che lo rende particolarmente digeribile. È un legume che rappresenta la cultura, la storia e le tradizioni di un popolo orgogliosamente legato alle proprie origini. Viene prodotto in 19 ecotipi locali di Borlotto e Cannellino ed ha un colore chiaro che può presentare striature scure. La produzione segue gli usi e i costumi popolari, tramandati di generazione in generazione, peraltro senza avvalersi di diserbanti e pesticidi.
Per esempio, famosi sono gli appellativi “fasuli russi” e “tovagliedde rampicanti”.
TERRITORIO Sarconi, Grumento Nova, Marsico Nuovo, Marsicovetere, Moliterno, Paterno, San Martino d’Agri, Spinoso, Tramutola e Viggiano.

 

NOME PRODOTTO Canestrato di Moliterno
SIGLA IGP
DESCRIZIONE Tra i formaggi lucani maggiormente noti si trova il canestrato di Moliterno. È un formaggio a pasta dura prodotto con latte misto di pecora e di capra, caratterizzato da un sapore leggermente piccante. Può esser mangiato fresco e stagionato, ottimo accompagnato da vini locali, come per esempio l’Aglianico.
TERRITORIO Il latte utilizzato viene prodotto in una vasta area della Basilicata (60 comuni), ma viene stagionato solo nei peculiari fondaci di Moliterno.

 

VINI

NOME PRODOTTO Grottino di Roccanova
SIGLA DOC dal 2009
DESCRIZIONE Si trovano diverse tipologie di tale vino, che variano da vini rossi, rosati e bianchi. I primi due sono prodotti prevalentemente con uve del vitigno Sangiovese (con una percentuale tra il 60 e l’85%) e per la parte rimanente da Malvasia Nera, Montepulciano e Cabernet Sauvignon. Il Grottino di Roccanova Bianco invece è a base di Malvasia Bianca (per almeno l’80% dell’uvaggio) e per la parte restante da altre varietà di uva a bacca bianca non aromatizzata del territorio lucano. Queste tipologie di vino sono tutte ottenute rispettando la cultura e la tradizione, mantenendo la conservazione dei vini all’interno di grotte-cantine, ossia cunicoli scavati nella roccia, dove le caratteristiche del vino rimangono invariate grazie ai livelli costanti di temperatura e umidità.
La gradazione alcolica di tali vini varia dall’11 al 13%.
TERRITORIO Concentrato sui comuni di Roccanova, Sant’Arcangelo e Castronuovo di Sant’Andrea

 

NOME PRODOTTO Matera
SIGLA DOC
DESCRIZIONE Matera DOC comprende varie tipologie di vino: rosso, rosato, bianco, spumante, spumante rosé e Passito.
Il vino rosso è caratterizzato dal gusto caldo e avvolgente, presentando un aroma speziato che si intreccia ai sentori di frutti rossi; quello rosato, dal sapore fresco, presenta intense note floreali. Lo spumante, che al palato risulta fresco, regala sensazioni fruttate di pera e mela; lo spumante rosé è caratterizzato dalle note fruttate e sentori di vaniglia; mentre il Passito, promette un gusto secco e sentori di melone e albicocche.
Tali prodotti hanno una gradazione alcolica che oscilla dall’11 al 14,5%.
TERRITORIO Tutto il territorio della provincia di MT

 

NOME PRODOTTO Aglianico del Vulture
SIGLA DOC dal 1971 e
DOCG dal 2010 (per la tipologia superiore)
DESCRIZIONE L’Aglianico del Vulture, tipico vino rosso lucano, è tra i migliori e più apprezzati vini italiani. È caratterizzato da un colore rosso rubino, dal sapore caldo, asciutto e sapido e da un profumo con sentore di lampone e fragola. Il terreno di coltivazione delle viti è l’area del monte del Vulture – che in realtà è un vulcano inattivo -, sulle cui pendici si trovano terreni dai connotati unici, ricchi di minerali fondamentali per la crescita delle viti.
La gradazione alcolica di tale prodotto è del 12,5%.
Si presta ad essere accostato a numerosi piatti, in particolare al canestrato di Moliterno ed altri formaggi stagionati lucani.
TERRITORIO Zona del vulture 15 comuni nella provincia di Potenza: Rionero in Vulture, Venosa, Melfi, Genzano di Lucania, Barile, Rapolla, Acerenza, Atella, Forenza, Lavello, Banzi, Ripacandida, Ginestra, Maschito e Palazzo San Gervasio.

 

NOME PRODOTTO Terre dell’Alta Val D’agri
SIGLA DOC
DESCRIZIONE Un’eccellenza enologica, ottenuta dal connubio di due vitigni, il Merlot ed il Cabernet Sauvignon, che nella zona lucana di produzione esaltano le loro caratteristiche. Vi è il vino rosso, con un invecchiamento minimo di un anno, il rosso invecchiato che invecchia due anni, e il rosato che prevede l’utilizzo di Malvasia Bianca di Basilicata. Si tratta di vini secchi, i cui step di vinificazione sono strettamente controllati al fine di conferire ai vini qualità e particolari connotati.
La gradazione alcolica di tali vini varia dall’11,5 al 12,5%.
TERRITORIO Viggiano, Grumento Nova e Moliterno

 

NOME PRODOTTO Basilicata
SIGLA IGT
DESCRIZIONE Vengono prodotte più tipologie: vino bianco, rosso e rosato, che sono vini secchi, con un volume alcolico tra i 10,5% e l’11% e le versioni dolci, rosso passito e bianco passito, che presentano un volume alcolico tra il 13% e il 14,5%.
Vengono seguite pratiche enologiche di vinificazione peculiari della zona, che lo rendono un vino di alta qualità.
TERRITORIO Tutta la provincia di Matera e Potenza

Beverygo S.n.c.
di Gallo Giovanni e Mercadante Salvatore
Partita IVA 01358460770
Via degli Aragonesi, 9
75100 Matera (MT)

Tel. Gianni: +39 349 8209866
Tel. Salvatore: +39 329 9370679

Instagram @beverygo

This error message is only visible to WordPress admins
Error: No posts found.

© Copyright Beverygo S.n.c. di Gallo Giovanni e Mercadante Salvatore - Partita IVA 01358460770. Tutti i diritti sono riservati. Produzione Resolvis Marketing e Comunicazione Matera.

Ricevi le nostre news

Registrati alla
Newsletter